Cogliere le opportunità.

novembre 16, 2016 | Formazione personale

Cambiare In quanti sanno o vogliono davvero farlo?

E’ sufficiente ascoltare ciò che la gente, di ogni età, estrazione e sesso esprime, per capire come il lamento sia ormai sempre più diffuso ad ogni livello, anche e sopratutto da parte di quelle persone che tutto sommato, non avrebbero nulla o quasi da dire/pretendere in relazione al loro operato ed al loro impegno per cambiare la rispettiva esistenza in meglio.

Diciamo che il lamentarsi delle mancate opportunità, della troppo sfortuna o della mancata fortuna se preferite, del fatto che solo agli altri capitano le buone opportunità, è più diffuso di quanto non si pensi!

Un modo per non assumersi le responsabilità proprie e dare quindi sempre la colpa agli altri del proprio insuccesso e della propria infelicità.

Il Liguria il concetto di cui stiamo parlando si chiama mugugno, questo modo di atteggiarsi e di sfogarsi e che nella pratica quotidiana, da un po di tempo a questa parte, si trasforma in uno sfogo continuo e giornaliero per milioni di individui sul Web che li porta a scrivere ogni sorta di cretinata sui social (in particolare su Facebook, il ritrovo dei piagnucoloni professionali), prendendo di mira chiunque ma MAI : assumendosi la responsabilità delle proprie mancanze e della scarsa voglia di fare qualcosa per cambiare per se stessi.

I treni che passano mentre le persone si girano dall’altra parte.

Se dovessimo immaginare una scena, un’immagine ben chiara a descrivere tutto questo, potremmo raffigurare tutto ciò in una o due persone sedute su una panchina al binario ferroviario che sono incollate sullo smartphone a scrivere sul social, mentre il treno che tanto attendevano giunge, si ferma e riparte senza di loro, impegnate(o volutamente distratte) mentre rimangono (a testa bassa e con le spalle rivolte al treno) ancora a dibattere sulla sfiga che le circonda, sul perché il mondo è cattivo, sulla foto del cagnolino, sul like al commento scemo, ecc., perdendo quindi quel treno che tanto dicevano di aspettare e che per loro non sarebbe quindi mai passato.

Cambiare se stessi. Quanti davvero lo vogliono?

Ma davvero pensate che la gente voglia cambiare?

Credete che le persone intendano mettersi in discussione e migliorare la loro esistenza?

Le persone non sono nella stragrande maggioranza disposte al cambiamento!

Solo poche di loro nel corso della loro vita sono disponibili ad effettuare miglioramenti, sacrifici e con modestia ma anche con decisione a fare qualcosa per raggiungere una posizione migliore.

Cari lettori e lettrici, perché lamentarsi del proprio lavoro per anni ed anni se dopo oltre 20 anni continuate a fare la stessa cosa nonostante abbiate avuto la possibilità di evolvere, cambiare in meglio, intraprendere nuove esperienze….??

Lo stesso si può dire delle mogli e dei mariti che si lamentano del proprio partner sin dai tempi del loro fidanzamento in maniera pesante, eppure….. non hanno MAI avuto il coraggio di fare una scelta, di decidere per una persona diversa, per essere felici….

Hanno paura anche di quello e così, si condannano ad un’esistenza triste.

La maggior parte della gente passa il tempo a trascinarsi, a vivere secondo la volontà di altri(o ancora meglio del caso) a non fare nulla per cambiare e questo, accade in ogni ambito : privato, professionale, sociale, ecc..

Tutti bravi a lamentarsi ma solo in pochi hanno quella determinazione a prendere una decisione!

Cogliere le opportunità. Se non ora quando.

Se volete trascorrere la vita a compatirvi e cercare considerazione e compatimento, allora, siete sulla buona strada : continuate così!

Se invece volete cambiare, in tal caso, siete voi a dover diventare lo strumento del cambiamento, smettendo di fare solo le solite cose e rifugiandovi esclusivamente nel lamento quotidiano.

Cosa serve conoscere le cose ed avere gli strumenti per stare meglio, se poi nessuno muove un dito per migliorare se stesso!

A voi la scelta!

Articoli correlati:

  • Cogliere ora le opportunità : ‘tempus fugit.’Cogliere ora le opportunità : ‘tempus fugit.’ Buon lunedì,   ascoltando involontariamente i discorsi di due signore sedute ad un tavolino di un bar accanto al mio, mi sono reso conto di quanto siamo bravi a raccontarle […]
  • Rimandare a domani.Rimandare a domani. Buon lunedì, abbiamo ripreso uno slogan ben conosciuto dal pubblico che negli ultimi tempi ha assunto anche una connotazione partitica non certo per parlare di temi politici ma solo per […]
  • Se non ora quando.Se non ora quando. Dedicare un po di tempo ai nostri progetti, ai nostri sogni, senza rinviare continuamente al futuro. Fra qualche anno, cosa resterà dei nostri sogni, delle nostre ambizioni, delle nostre […]
  • Diventare mediatore. La mediazione nell’era di Internet.Diventare mediatore. La mediazione nell’era di Internet. Buon lunedì, l'economia, la politica, i rapporti sociali fra le persone ed i gruppi, ecc., tutto, senza eccezione di sorta, è influenzato dall'arrivo del Web che sta mutando e […]
  • I cambiamenti : opportunita’ e paure dietro la crescita di Internet.I cambiamenti : opportunita’ e paure dietro la crescita di Internet. Internet e' la protagonista di molti dei cambiamenti che l'economia sta vivendo in ogni settore anche se il Web viene ancora troppo ricordato quando si parla dei soliti pochi argomenti […]
  • Uscire dagli schemi.Uscire dagli schemi. Buon lunedì, guardatevi intorno, quante sono le persone meritevoli di successo tra quelle che conoscete? Parecchie? Magari, si tratta di donne e uomini che avete avuto modo di […]

Altri articoli :