Attività low cost.

gennaio 6, 2017 | Fare impresa

Aprire un’attività low cost.

Non serve certo essere degli esperti o dei grandi analisti per rendersi conto della presenza di un trend sempre più diffuso anno dopo anno e cioè :

le attività che offrono quei prodotti e servizi low cost sono sempre più gettonate da parte di un pubblico molto variegato di utenti privati ed aziendali;

stanno nascendo e tra l’altro radicandosi, una serie di business impostati secondo la formula del low cost, cioè, quelle attività operanti in vari ambiti che offrono prodotti e servizi a prezzi nettamente inferiori rispetto alla media del mercato.

Un trend che ormai coinvolge ogni comparto, sia nell’ambito della produzione che nella distribuzione dei beni e dei servizi.

Il risparmio e la ricerca dello sconto stanno diventando quasi un’ossessione da parte degli addetti agli uffici acquisti delle imprese(che chiedono molteplici preventivi e richieste poi di ulteriori sconti) e degli stessi cittadini(sempre più informati), anche nei casi in cui le condizioni economiche del richiedente sono perfettamente buone.

Questa premessa era necessaria per introdurre l’argomento di oggi, ossia, l‘apertura di business contraddistinti dalla formula del low cost.

Business low cost. Mettersi in proprio con un’attività low cost.

Già in passato, abbiamo dedicato sul nostro sito una serie di approfondimenti a questo argomento, visto che non stiamo parlando di una novità recente, quanto piuttosto di un trend che continua ad avanzare e rafforzarsi ogni anno sempre di più.

Di fronte ad una crisi che coinvolge la maggior parte delle formule di business tradizionali e pertanto :

le attività di commercio, artigianato e professionali impostate in maniera convenzionale(dal punto di vista del modello/formula), spiccano contemporaneamente quelle iniziative che rompono gli schemi (e di fatto creano scompiglio fra gli stessi concorrenti), in quanto offrono i medesimi prodotti e servizi a prezzi notevolmente più bassi, sottraendo così spazio ai vari competitor, i quali, molte volte sono già alle prese con una serie di problemi ulteriori da gestire.

Si crea quindi una competizione estrema dove la guerra per sopravvivere utilizza armi come : sconti, promozioni, ribassi, ecc..

Business lowcost. Davvero è facile aprire e gestire con successo un’attività low cost?

A dispetto di quanto si possa pensare(o illudersi), un’attività strutturata secondo la formula del low cost, richiede capacità e preparazione specifica.

Si tratta infatti di una formula complessa che va adattata perfettamente al singolo business che si intende avviare e gestire.

Il modello low cost in un’impresa, affinché quest’ultima sia sostenibile per bene nel tempo, deve essere ben preparato con la realizzazione di un business plan ad hoc(è bene evitare di partire ‘alla garibaldina’, specie di questi tempi).

Non basta quindi appiccicare la scritta low cost ad un brand od al nome dell’attività, né tantomeno illudersi che abbassando un po i prezzi, magari per una fase duratura, si possa risollevare le sorti di un’impresa o addirittura, rilanciarla alla grande.

A volte, le stesse imprese in difficoltà sul mercato che di fronte ad un trend discendente dei prezzi medi al pubblico hanno abbassato di colpo i loro listini per continuare a rimanere attrattivi ai clienti, hanno di fatto accelerato soltanto la loro fine.

Questo semplice esempio, la dice lunga su come il modello low cost a livello di formula sia banale o semplice da affrontare

Attività low cost. Come aprire un’attività low cost.

Innanzi tutto, alla base di un qualsiasi settore o segmento di esso, oggi, serve una conoscenza precisa del campo in cui si andrà ad operare e di tutte ma proprio tutte le dinamiche che lo contraddistinguono.

Dimenticatevi pertanto di pensare di avviare un’attività senza conoscere i vari competitpor presenti sul mercato, le loro peculiarità(strategie e formule), i prezzi di fornitura, le modalità ed i canali con cui i clienti si approvvigionano ma anche come si documentano ed informano sui prezzi dei prodotti.

Va quindi effettuato un lavoro certosino alla base prima di ancora di entrare nel cuore della formula low cost che poi andremo a studiare.

Nel corso della prossima puntata, proseguiremo con l’analisi di questa formula con l’obiettivo di verificare i vari punti di questo modello.

Continua.

Articoli correlati:

Altri articoli :