Azienda in crisi cosa fare.

luglio 8, 2017 | Fare impresa

Quando le cose cominciano ad andare male. Le iniziative da approntare e l’atteggiamento da tenere nella gestione delle difficoltà.

Quando è il momento in cui ci si accorge che qualcosa non va in una determinata impresa e/o all’interno di in un particolare business?

Qual è la fase in cui veramente si prende atto che esiste un problema concreto di tenuta del business, di sostenibilità dell’impresa dal punto di vista dei conti, del bilancio, della presenza/sopravvivenza dell’impresa sul suo mercato?

Attività in crisi. Quando occorre prenderne atto.

Analizzando una serie numerosa di casi specifici, sia di micro che di medie e grandi imprese, si evince che i problemi, gli scricchiolii, le criticità, ecc., connessi alla stabilità di un business, sono già evidenti da tempo quando all’interno dell’impresa qualcuno (finalmente!) decide di prendere atto che esiste un problema da affrontare.

Eh si, si tratta proprio della mancanza di consapevolezza, della poca volontà a prendere atto della situazione critica, specie da parte dei responsabili ed imprenditori, quella che potremmo definire senza tanti giri di parole : prima causa di rischio fallimento.

L’atteggiamento che si evidenzia in molte attività imprenditoriali, è spesso quello del : prendere tempo, non affrontare per nulla la questione, minimizzare (assai diffuso questo modus operandi), dicendo che si tratta di una fase del tutto temporanea, attribuire la crisi ad un fenomeno generale e consolarsi (stoltamente ed erroneamente anche)pensando che anche gli altri soffrono dello stesso problema, raccontare che è ‘solo una selle tante’ crisi passeggere, ecc..

La mancata volontà di affrontare la realtà e le necessarie conseguenze, non fa altro che rafforzare il problema, rendendo poi del tutto più difficile il compito di chi dovrà prendere le decisioni per gestire la crisi aziendale.

In concreto, in moltissimi di questi casi, si tende a voler credere che il problema non c’è, oppure che esso sia limitato o comunque che lo stesso, non influirà sulla tenuta del business.

Azienda in crisi. I rimedi.

La prima cosa da fare è senza dubbio : riconoscere la presenza di un problema!

Senza questa presa d’atto, non si fa nulla e tutto rimane bloccato.

La seconda cosa, è analizzare in maniera concreta, senza enfasi e senza alcun pregiudizio la situazione nel suo complesso a 360 gradi.

In questa fase, molti tendono a cercare in maniera prematura : dei facili colpevoli, delle scuse utili, delle soluzioni affrettate, spesso figlie del senso di colpa o della reale mancanza di voler gestire il problema.

Le cose da sole non vanno a posto!

L’errore che viene commesso in questo caso è quello di appellarsi a soluzioni pasticciate, del tutto affrettate, con lo scopo di dare una risposta rapida, non strategiche nel loro complesso ma volute e pensate solo per non approfondire realmente la questione.

I risultati ovviamente saranno deleteri!

Le imprese che anziché approfittare di una situazione di crisi per gestire un cambiamento al fine di rivedere a 360 gradi il proprio business, trovando delle vere opportunità di rilancio, eliminando nel contempo disfunzioni e costi inutili, guardano piuttosto a trovare soluzioni di compromesso al ribasso, realizzando invece finte riorganizzazioni e limitate strategie di rilancio, non faranno altro che continuare per la strada che le porterà alla chiusura.

Azienda in crisi cosa fare.

Non tutte le crisi aziendali sono uguali.

Una cosa però è chiara e certa : prima si interviene con lucidità e rapidità, maggiori saranno le possibilità di uscirne fuori vincenti.

I compromessi al ribasso, il cercare di ‘mettere tutti d’accordo’, il non voler ‘toccare’ determinate rendite di posizione, ecc., rappresenta un insieme di azioni che porta solo a bruciare risorse, a perdere altro tempo, creando poi di fatto altre tensioni ed incertezze all’interno del team aziendale.

Non bisogna aver paura della verità!

Scappare e cercare soluzioni parziali porta solo al fallimento.

Articoli correlati:

  • Nuovi business.Nuovi business. Attività in crisi ed attività emergenti. In tema di valore di un'attività e di opportunità che oggi sono presenti sul mercato, analizziamo in questo post quali sono i business che […]
  • Attività e coppie in crisi : quando capisci che tutto è finito!Attività e coppie in crisi : quando capisci che tutto è finito! Quando una coppia di persone che da parecchio tempo vive insieme e scopre giorno per giorno, mese dopo mese che non c'è più nulla o comunque, sono venute a mancare le condizioni che ne […]
  • Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi.Divorziare all’estero : aprire un’agenzia di divorzi. Idee redditizie contro la crisi :aprire una agenzia di divorzi. Torniamo a parlare di quelle attività che vedono crescere il proprio business mese dopo mese in maniera esponenziale: […]
  • Ristrutturazione aziendale.Ristrutturazione aziendale. Riposizionare un business sul mercato L'ennesimo caso di crisi aziendale relativo ad un grande call center (circa 450 addetti) situato a Livorno che rischia la chiusura definitiva, ci […]
  • Cerco socio per attività.Cerco socio per attività. Buon lunedì, parliamo oggi dell'importanza di selezionare 'i compagni di viaggio' in un business. Una delle più diffuse cause di crisi presenti in tante avventure imprenditoriali, in […]
  • Aprire un agriturismo. 2° Puntata.Aprire un agriturismo. 2° Puntata. Eccoci al secondo appuntamento sul tema della creazione di un’impresa agrituristica. Vi piacerebbe sapere come si fa? Quali finanziamenti potete ottenere? Quanto potrete fatturare? Certo […]

Altri articoli :