Diventare influencer.

settembre 23, 2017 | Finestra sulla Rete

Come diventare un influencer. Professione influencer.

C’era una volta il bambino (o ragazzino) che da grande voleva diventare :

astronauta, fotografo, pilota, poliziotto, calciatore, attore, ecc., oggi, sempre più ragazzini sognano invece la carriera di influencer.

Pensate un po come è cambiata l’ambizione ed il sogno di molto bambini, figuriamoci, quanto possano essere mutati di conseguenza i sogni degli adolescenti e degli adulti nel giro di pochi decenni e come la Rete abbia mutato questa visione.

Vediamo oggi come lavora un influencer e sopratutto, chi è un influencer nel mondo attuale e come mai questa professione senza dubbio innovativa (ma sino ad un certo punto, se andiamo in profondità nell’analisi), ha così colpito la fantasia di molti giovani e giovanissimi, tanto da metterla fra le professioni più ambite dalle nuove generazioni.

Naturalmente, essendo affaripropri un sito che si occupa di business a tutto tondo, vogliamo anche renderci conto quanto si guadagna e se vale la pena mettersi a fare questo lavoro.

Come diventare influencer. Chi è l’influencer.

Le persone si stanno abituando a trascorrere buona parte del loro tempo disponibile ad ogni ora del giorno(e non solo) sui social netwoks, in particolare, seguendo una serie personaggi che nel tempo si sono guadagnati un seguito di appassionati fans che costantemente attendono ogni novità pubblicata da questi leader del Web.

Ma come si diventa dei veri protagonisti della Rete, come ci si trasforma in un influencer di successo, attraendo di conseguenza centinaia di migliaia di followers e talvolta milioni, se non addirittura decine di milioni di seguaci in determinati campi e settori?

Innanzitutto un influencer è un personaggio che nel tempo si è costruito un seguito di pubblico crescente e fidelizzato rappresentato da fans che nel ‘gergo’ Web vengono anche definiti followers.

Un influencer può essere un uomo, una donna, un giovane, un soggetto maturo, un esperto di un settore ma anche e sopratutto un abile divulgatore(non per forza un ‘tecnico’ del settore quindi), un competente gestore dell’attenzione altrui, un bravo esperto di marketing di se stesso che nel tempo ha saputo guadagnarsi la fiducia, la simpatia, l’interesse di centinaia di migliaia di persone (e talvolta, anche di decine di milioni di persone).

L’influencer che nel corso del tempo è riuscito a crearsi un ampio seguito partendo da semplice operatore ‘amatoriale’, può in molti casi trasformarsi in un professionista ben remunerato e richiesto da una serie di soggetti imprenditoriali che necessitano di visibilità sulla Rete.

Vediamo ora come funziona la cosa più nello specifico.

Web influencer. Guadagnare come influencer.

Quando si riesce a passare dalla fase dilettantistica a quella professionale per un influencer? Cioè, quando un influencer diventa un professionista ricercato e famoso e conseguentemente, ben remunerato dal suo ‘mercato’?

Non esiste una soglia ben precisa, un momento definito con certezza nella maggior parte dei casi.

Possiamo però affermare che esistono alcune tipologie di influencer:

coloro che ancor prima del successo in Rete erano già famosi e quindi, per loro, il Web rappresenta un effetto moltiplicatore della fama e del successo (nonché dei guadagni realizzati);

abbiamo poi gli influencer che con la Rete sono nati e proprio al Web devono il loro successo e notorietà. Prima del successo infatti, erano dei perfetti sconosciuti.

Alcuni di loro partendo dal nulla hanno creato/costruito un successo che non può essere banalmente relegato al termine : fortuna, simpatia, ecc..

Dietro al raggiungimento di un successo (che per alcuni diventa planetario) c’è un lavoro certosino, quotidiano di cura e gestione del proprio seguito ed anche la volontà di migliorarsi sempre in un mercato che è estremamente competitivo e non lascia molto spazio alle ‘rendite di posizione’

Diventare influencer. Imprenditori di se stessi.

L’influencer ha la capacità di unire un insieme di competenze (per alcune può anche farsi supportare da collaboratori più esperti di lui) che sono :

abilità comunicativa.

Questa rappresenta un elemento basilare per il successo;

la capacità di divulgare informazioni, emozioni, ecc. richieste dal pubblico.

Senza dubbio, bisogna sempre rispondere ad un mercato di ‘consumatori’ (anche se li chiamiamo followers) a cui offrire cose gradite per le quali ci si connette al profilo dell’influencer;

essere dei bravi esperti di social network. Senza dubbio, occorre conoscere il meccanismo di gestione dei social al fine di ottenere la massima visibilità in Rete e riuscire a mantenerla e svilupparla nel corso del tempo;

ecc..

Nella prossima parte, continueremo l’analisi di questa professione alla luce di alcuni esempi eclatanti di successo in Rete che possono essere presi come modello o meglio ancora, come formula su cui impostare un vero e proprio progetto di business.

Articoli correlati:

Altri articoli :