Diventare enologo.

September 30, 2014 | Libera professione

La passione per il vino e dei tanti prodotti derivanti dall’uva, nonché, la loro produzione e commercializzazione, richiedono in misura crescente la presenza di professionisti in grado di rispondere alle esigenze di aziende impegnate sui mercati nazionali e globali e quindi, chi opera nel settore della produzione vitivinicola ed all’interno di segmenti similari e complementari, ha bisogno di essere sempre più efficiente a fornire ottima qualità e diventare sempre più competitivo.

Una delle professioni che in questi anni ha attratto molti giovani è proprio quella dell’enologo che si colloca fra un tecnico esperto, un consulente di azienda ed un professionista polivalente che sa unire antiche competenze con le innovazioni e le nuove tecnologie.

index

Diventare enologo. Chi è l’enologo.

L’enologo è un esperto della produzione di vini e dei derivati dell’uva.

Si tratta di professionista che allarga la sua competenza a tutto quello che ‘gira’ intorno all’uva ed al vino e non solo :

la vigna, la produzione nel suo complesso, la vendemmia, le fasi della produzione dell’uva e dei prodotti finali.

Significa disporre di una grande competenza in merito ai vini, alla loro distribuzione, nonché al mercato del vino e dei prodotti connessi all’uva.

Diventare enologo. La formazione.

Un triennio di formazione universitaria ed una serie di stage e periodi di formazione ulteriori, consentono all’enologo di acquisire una base per accrescere nel futuro un maggiore preparazione e per iniziare a ‘porsi sul mercato’.

La formazione di un enologo non finisce mai e continua tutta la vita e la passione per il proprio lavoro, diventa basilare per chi vuole emergere e rimanere al top.

Esistono scuole in Italia ed all’estero in grado di fornire una preparazione adeguata ma la scuola da sola non basta.

Serve anche e sopratutto molta esperienza sul campo, voglia di migliorarsi e di affrontare sfide e novità continue.

Le stesse facoltà di agraria stanno dedicando sempre più spazio a questa professionalità che non è solo una moda ma una necessità di tante imprese a disporre di personale competente.

Come si diventa enologo. La professione.

L’enologo può operare come professionista(consulente) od in qualità di dipendente all’interno di una delle tantissime imprese grandi o medie presenti, sia in Italia che all’estero.

Anzi, sempre più imprese internazionali sono alla ricerca di enologi con ottimi curriculum per affrontare il tema della concorrenza globale.

Un numero crescente di imprese che provengono da paesi con una tradizione vitivinicola inferiore all’Italia od alla Francia, in questi anni, hanno accelerato i loro processi di miglioramento in termini di qualità e di competenza.

I vini e molti prodotti dell’uva sono in molti casi diventati dei brand di successo e la necessità delle imprese di preservare questo valore e (sopratutto) incrementarlo nel tempo, si trasforma in una ricerca continua per migliorare il prodotto, renderlo sempre di più in linea con le richieste del mercato.

Ecco che la presenza di professionisti come appunto l’enologo, trovano un ruolo chiave all’interno di questi processi aziendali.

In ogni caso, la sua professionalità (come in tutte le attività) cresce con il passare del tempo ed i migliori professionisti sono estremamente richiesti sul mercato.

I campi di impiego di questa professione sono molteplici e non si militano alla produzione o distribuzione del vino ma riguardano vasti segmenti e nicchie in continua evoluzione.

Articoli correlati:

Other posts :


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /web/htdocs/www.affaripropri.com/home/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273