Rilevare un’attività.

June 28, 2015 | Fare impresa | No Comments

Rilevare un’attività commerciale.

Sono molte le richieste che giungono al nostro sito per chiedere consigli in merito all’acquisto di un’attività, alla possibilità di rilevare un hotel, un panificio, uno studio professionale, ecc..

Non è cosa facile e neppure possibile non conoscendo le singole situazioni poter offrire delle risposte certe e mirate, quando anche gli stessi richiedenti giungono con informazioni che sono talvolta parziali e non sempre precise.

5images

Mettersi in proprio. Comprare un’attività.

Il modello dell’autoimpiego, anche attraverso l’acquisizione di un’attività artigianale, commerciale o di servizi già attiva, costituisce una modalità molto diffusa per inserirsi nel mondo del lavoro autonomo attraverso l’acquisto di quei business già avviati e con un giro di affari e clienti dimostrabili (almeno in teoria, nella maggior parte dei casi).

Infatti, ogni anno assistiamo a moltissimi passaggi di gestione/proprietà che nella maggior parte dei casi riguardano piccole attività e studi professionali.

Se però osserviamo (ed analizziamo successivamente) la durata di queste nuove gestioni, ci rendiamo conto che nella maggior parte di casi, i nuovi gestori entro i primi 3/5 anni di attività chiudono o cedono ad altri l’attività comprata poco prima.

Quindi, di fatto, solo una minoranza di queste acquisizioni(o nuove gestioni) offre dei risultati positivi in termini di redditività.

Cerchiamo in questo post di cominciare un’analisi su questo tipo di operazioni per comprendere dove e perché vengono commessi gli errori dai nuovi gestori, sia in fase di acquisizione che successivamente, durante la fase di gestione.

Rilevare un’impresa. Che cosa occorre valutare.

L’offerta di attività in vendita presente sul mercato è assai ampia in termini quantitativi ed anche molto diversificata : negozi, supermercati, botteghe artigiane, imprese di servizi, catene commerciali, agenzie immobiliari, studi professionali, ecc..

In pratica, sono coinvolti tutti (o quasi) i settori produttivi ed un aspirante imprenditore/professionista si trova di fronte una quantità esorbitante di offerta non sempre valutabile in tempi brevi e con la dovuta attenzione.

Proviamo ad elencare una serie di elementi che il potenziale acquirente dovrebbe prendere in considerazione prima di effettuare una scelta d’investimento :

il settore di attività.

Un elemento discriminante è quello connesso al settore (o segmento di attività) in cui si opera.

Vi sono infatti alcuni comparti in forte crisi che da anni stanno perdendo colpi e conseguentemente, quelle specifiche attività(appartenenti a settori in crisi) sono in affanno e stanno chiudendo o ridimensionandosi.

Inserirsi in un settore proprio nella fase in cui questo è destinato a ridurre il suo giro di affari (od anche i suoi margini di guadagno concreti), non rappresenta proprio la scelta migliore.

Meglio sarebbe invece entrare in un settore che si trova nella sua fase di crescita piuttosto che già durante la fase matura o decrescente;

valutare il giro affari reale e la redditività dell’impresa.

Apparentemente, questo aspetto dovrebbe essere una cosa semplice, in particolare, analizzando i bilanci e gli incassi, eppure, tutto questo non è sufficiente!

Molte attività infatti fanno del nero e così, il cedente tende ad enfatizzare i guadagni reali provenienti dalla componente non dichiarata (non tracciata e quindi non verificabile).

Inoltre, per un osservatore di passaggio, da un controllo superficiale (ad esempio solo osservando gli incassi ad esempio) non è così banale farsi un’idea concreta della redditività del business;

il valore dei clienti.

‘Pesare’ i clienti, il loro valore, in particolare, proiettato in un’ottica non solo presente ma sopratutto futura, non è un lavoro semplice.

Colui che vende l’attività infatti cercherà di evidenziare quanto il pacchetto clienti sia solido e consenta all’attività di avere fatturati costanti nel tempo.

L’acquirente invece deve capire l’evoluzione, la capacità dell’impresa di riuscire a mantenere nel tempo i clienti attualmente in essere.

Non basta quindi fotografare una situazione specifica in quel preciso momento.

Occorre infatti guardare agli anni a venire e capire se l’attività che si andrà ad acquisire, in un’ottica futura, potrà avere ancora spazio.

Si prosegue nel corso della prossima puntata in cui pubblicheremo gli altri punti mancanti ed approfondiremo i fattori che abbiamo elencato in questo post.

Continua.

Ricominciare a 40 anni.

Ricominciare a 40 anni.

June 21, 2015 | Redazionale | No Comments

Ricominciare da zero a 40 anni. Buon lunedì, abbiamo ricevuto nel corso di questi anni molte email di persone intorno ai quarantanni che hanno dovuto (o deciso) di ricominciare la loro esperienza professionale da zero, magari dopo anni di certezze all’interno di un determinato settore. Si tra [...]
Paesi dove investire.

Paesi dove investire.

June 14, 2015 | Redazionale | No Comments

In quali paesi investire. Buon lunedì, il quadro economico internazionale presenta molte ombre che si sono acuite negli ultimi 18 mesi, anche se le opportunità non mancano di certo. Occorre certamente fare maggiore attenzione rispetto a prima. Il Brasile(giusto per fare un esempio ben conosciuto), [...]
Agenzia matrimoniale per ricchi.

Agenzia matrimoniale per ricchi.

June 7, 2015 | Fare impresa | No Comments

Aprire un’agenzia matrimoniale per ricchi. Nel mondo molto variegato ed ampio delle agenzie matrimoniali, un segmento che in molti paesi del mondo risulta alquanto vivace, è proprio quello connesso alle agenzie di incontri dedicati ai soggetti ricchi ed ai benestanti. Un mercato di servizi de [...]
Recupero crediti.

Recupero crediti.

June 2, 2015 | Fare impresa | No Comments

Call center recupero crediti. Aprire un call center per solleciti. Anno dopo anno, un dato che è andato aumentando, è proprio quello relativo ai solleciti di pagamento per utenze, rate di finanziamento, canoni di locazione, ecc. non pagati. Un fenomeno che coinvolge ormai ogni ceto sociale e non s [...]
Spesa on line.

Spesa on line.

May 31, 2015 | Redazionale | No Comments

Il business della spesa a domicilio. Buon lunedì, qual è la strategia che accomuna alcuni fra i colossi più importanti della grande distribuzione italiana ed estera ed alcune grandi piattaforme di e-commerce? Il business della spesa a domicilio, un comparto che riceverà nei prossimi anni una cre [...]
Idea per start up.

Idea per start up.

May 24, 2015 | Redazionale | No Comments

Start up idea. Quanto contano le idee. Buon lunedì, relativamente al mondo delle startup, nascono ogni giorno molte centinaia di idee, anche innovative; una minor parte delle quali si trasformeranno poi in progetti imprenditoriali e di questi poi, soltanto una minima parte diventerà business a tut [...]
Fare un business.

Fare un business.

May 17, 2015 | Redazionale | No Comments

I vecchi business ancora validi che resistono, seppur in forma minore. Buon lunedì, che cosa rimane delle vecchie formule imprenditoriali del passato? E’ possibile ancora creare un business ripercorrendo vecchie formule o modi ‘antichi’ di fare impresa (magari solo di 20 o 30 anni [...]
Aprire società off shore.

Aprire società off shore.

May 10, 2015 | Redazionale | No Comments

Società offshore. Vale ancora la pena? Buon lunedì, chi non ha mai sentito parlare almeno una volta delle ‘famose’ società ‘off shore, cioè, quelle situate nei cosiddetti paradisi fiscali, talvolta anonime(contraddistinte dal fatto che i loro soci non sono visibili) e che garan [...]

Older Entries  

Chi siamo

Affaripropri pubblica foto e video presi dalla Rete Internet facendo attenzione a non violare diritti d'autore.

Nel caso ravvisiate utilizzo improprio di testi ed immagini, scriveteci e provvederemo immediatamente alla rimozione del materiale.