Come diventare medico.

luglio 19, 2013 | Libera professione

 Nella scorsa puntata abbiamo iniziato a delineare le caratteristiche principali del medico di base, il suo ruolo, il suo percorso di studi e di formazione. Lo abbiamo fatto in maniera estremamente sintetica, ma sufficiente a capire l’iter che conduce a diventare medico di base o di famiglia. All’interno di questo percorso però ci sono tanti anni di studio e di gavetta che nel futuro, se si avranno fortuna, tenacia e passione, potranno davvero aprire le porte di una professione delicata, ma ricca di soddisfazioni. Nelle puntate che seguono cominceremo ad esaminare singolarmente i singoli step che portano ad intraprendere la professione del medico di base. Iniziamo da un passaggio fondamentale nella vita dell’aspirante medico di base, un passaggio già visto al termine della prima puntata del nostro reportage: il corso di specializzazione triennale in Medicina generale, corso che permette di conseguire l’omonimo diploma. Il corso, come già detto, viene bandito dal Ministero della Salute ed attivato dalle DoctorwebRegioni.

COME DIVENTARE MEDICO. LA FORMAZIONE.

L’accesso al corso, a numero chiuso, è possibile dopo il superamento di un concorso per esami. Il concorso viene bandito annualmente e nella stessa data, valida per tutte le Regioni. Possono partecipare al concorso di ammissione i laureati in Medicina e Chirurgia in possesso dell’abilitazione alla professione medica e della cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione europea. I titoli devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda. Può accadere che, al momento della presentazione della domanda di ammissione al concorso, non si sia ancora in possesso del certificato di abilitazione professionale, il quale verrà magari rilasciato poco prima dell’esame. Nei forum medici, molti giovani si chiedono se sia possibile presentare il certificato poco prima del sostenimento dell’esame. In linea generale, e dalle risposte date da altri medici di base o da aspiranti, la documentazione deve essere posseduta al momento della presentazione della domanda. Tra casi di esclusione al concorso, oltre all’invio della domanda entro i termini indicati dal bando, vi è anche quello della documentazione incompleta. Il numero di posti messi a concorso per accedere alla specializzazione triennale oscilla tra quaranta e sessanta.

medico1

DIVENTARE MEDICO. LA FACOLTA’.

Spesso le domande di partecipazione sono molte di più, oltre il doppio, e si capisce bene come in un contesto così rigido e ristretto sia estremamente difficile riuscire a prevederne l’esito. Se si riuscirà a vincere il concorso, si verrà ammessi a un corso triennale che comporta un impegno a tempo pieno con attività didattiche, sia teoriche che pratiche. In tre anni si vivranno diverse esperienze mediche, previste dal programma didattico del corso e ripartire come riportato dal sito Giovanemedico.it : “6 mesi presso un reparto di Medicina Interna; 2 mesi presso un reparto di Ginecologia; 6 mesi presso strutture territoriali (poliambulatori ASL);4 mesi presso un reparto di Pediatria; 3 mesi presso un reparto di pronto Soccorso;3 mesi presso un reparto di Chirurgia;12 mesi presso uno studio di Medicina Generale”. Il corso, complessivamente, prevede 4800 ore di attività didattica, di cui i 2/3 dedicati ad esperienze pratiche. La frequenza al corso dà diritto anche alla percezione di uno stipendio erogato tramite borsa di studio, dell’importo di circa 11600 euro annui. Al termine di ogni periodo, i medici dei reparti dovranno formulare un voto ed un giudizio sull’operato dei corsisti. Qualora questo giudizio fosse negativo, l’aspirante medico di base dovrà ripetere il periodo di formazione. Se tutti i giudizi saranno positivi, il medico specializzando, al termine dei tre anni, potrà sostenere un esame finale, con redazione di una tesi, e, in caso di giudizio sempre positivo, otterrà il diploma di formazione specifica in Medicina generale. L’ottenimento del diploma di formazione permetterà all’aspirante medico di ottenere il punteggio base (7,20) per l’iscrizione nelle graduatorie dell’Asl. L’inserimento in graduatoria è fondamentale per ottenere la convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale. In genere, anche l’ottenimento della convenzione si presenta abbastanza difficile da superare, perché le graduatorie vengono effettuate per titoli, cioè sommando i punteggi ottenuti attraverso altre esperienze, come sostituzioni, turni di guardia medica, collaborazioni presso ambulatori e laboratori convenzionati, e così via. I punteggi delle varie esperienze oscillano tra 0,10 e 0,20 punti per ogni mese di attività. Oltre alle esperienze professionali saranno valutati anche i titoli accademici. Alle lauree con il massimo dei voti verrà attribuito un punto, mentre alla libera docenza in medicina generale, o equipollente, saranno dati due punti. Per un giovane medico sarà, dunque, estremamente difficile accedere alle prime posizioni delle graduatorie Asl, specie se non possiede un certo bagaglio di esperienze. Ecco perché, l’età media del medico di base è abbastanza alta, tra i quarantacinque ed i sessant’anni, mentre è molto difficile trovare medici di base con meno di 40 anni.

 

Fonte alcuni dati:

 

http://www.omceo.to.it/commissioni%20omceo/leli/MG.pdf

 

Rosalba Mancuso

 

Fonti immagini:

 

Giornatemedicolegali.it

 

Bergamosera.com

 

 

 

 

 

 

Rosalba Mancuso

 

 

 

 

 

 

http://www.corriere.it/salute/11_gennaio_12/lettera-test-ingresso-medicina-zangrillo_7f6d5120-1e79-11e0-8f93-00144f02aabc.shtml

 

http://www.omceo.to.it/commissioni%20omceo/leli/MG.pdf

 

http://lecce.fimmg.org/FORMAZIONE/Osservatorio_Priorita.pdf

 

 

 

Articoli correlati:

  • Come si diventa medico.Come si diventa medico. Dopo aver ampiamente parlato del percorso formativo del medico di base ed aver accennato alle modalità di iscrizione alle graduatorie della Asl, proseguiamo il nostro approfondimento […]
  • Diventare medico.Diventare medico. Sono tanti i giovani che desiderano intraprendere la professione medica. La Medicina è, infatti, una scienza che affascina l’Uomo fin dall’antichità. Nel corso dei secoli questa scienza si […]
  • Diventare medico di famiglia.Diventare medico di famiglia. Dopo aver superato tutti gli step formativi e selettivi, il medico di medicina generale può avviare un proprio studio professionale convenzionato con la Asl. Nelle scorse puntate abbiamo […]
  • Diventare dottore.Diventare dottore. Dopo esserci occupati della modalità di assegnazione degli incarichi del medico di base, passiamo ad occuparci della modalità di lavoro di questo professionista, lavoro che si esplica […]
  • Fare il medico.Fare il medico. Anche se avevamo considerato chiuso il tema relativo a diventare medico di famiglia, è necessario riaprirlo, perché alcune nuove leggi hanno introdotto delle interessanti novità sulle […]
  • Come si diventa consulente.Come si diventa consulente. Nei precedenti due post, abbiamo affrontato il tema legato alla professione di consulente ed in particolare, la scelta effettuata da molte persone di lasciare una 'posizione sicura' in […]

Altri articoli :